30.1.15

GRINCHBIRTHDAY


A me i compleanni stanno sul cazzo (anche il mio). Mi sta sul cazzo il festeggiamento obbligatorio, (talvolta il regalo obbligatorio) o il fatto che quel dato giorno abbia la priorità assoluta sul resto o su altri eventuali programmi.
È comparabile al capodanno, festa stupida e insulsa per eccellenza.

1 - quanto cazzo devi essere cretino a voler festeggiare il fatto che stai diventado vecchio??
2 - Che cazzo cambia se quella tal cosa che vuoi fare per "festeggiare" il tuo compleanno la organizzi in un giorno diverso e non in quello preciso preciso (un weekend via o altra cosa)?
Dai pensateci bene, che cazzo cambia? È solo un STUPIDISSIMA convenzione. COSA CAZZO CAMBIA. NIENTE. NON CAMBIA ASSOLUTAMENTE NIENTE posticiparlo o anticiparlo. Perché il compleanno è solo una scusa per fare qualcosa, per cui è stupido che uno si senta in dovere di farla solo in quella o per quella occasione.

Come i cretini che vanno a trovare i morti il 1° novembre. Ci sono altri 364 giorni per andare al cimitero, che hanno il vantaggio di non vederlo affollato e non avere rompicazzo intorno.

Per cui prendete i vostri compleanni del ca@@o e infilateveli nel didietro.

7 commenti:

Ariano Geta ha detto...

Beh, non informarmi sulla data del tuo compleanno così non ti farò gli auguri ;-)
P.S.: io pure non festeggio mai il mio compleanno, faccio finta che sia un giorno qualunque.

CyberLuke ha detto...

Hai detto bene: sono una convenzione, proprio come fare i regali il 25 dicembre, solo che quasi tutti quelli che non ne comprano dichiarando "io, i regali, li posso fà tutto l'anno" col cazzo che poi lo fanno davvero. :D
Le convenzioni sono così: come vestirsi di bianco se sei una sposa, tipo.
Ma qualcosa mi dice che, se mai tu dovessi convolare, ti vedremmo all'altare con una mise shock. ;)

Dama Arwen ha detto...

@Ariano: ma gli auguri ci stanno eh! Se li ricevo mi fan piacere. Ma non me ne frega una cazzo di "festeggiare", non me ne frega di ricevere regali "obbligatori". Se uno ha piacere a farmelo bene, altimenti va bene lo stesso. Deve essere tutto spontaneo.

Ma se "Ah, io oggi non posso fare quella cosa perché è il mio compleanno per cui il resto del mondo si deve fermare" allora mi gira il cazzo.

Dama Arwen ha detto...

@Cyber: la mise Shok? ahaha! Più o meno!
Ecco il matrimonio è l'unica "festa" che mi piacerebbe, sempre se svincolata da tutte le convenzioni formali noiose ebanalic he spesso lo caratterizzano. Ovvero io mi sposo per cui si fa come dico io, contro tutte le convenzioni, per divertirmi per un gg assieme alle persone cui voglio bene.
Allora sì.
Ma tanto non mi sposerò mai perché non mi interessa…

Marymiao ha detto...

*Alza la mano!
Io sono uno di quei, come li hai definiti? ah si, cretini, io sono uno di quei cretini che ama festeggiare ( non necessariamente torta e candelina o mega festa, anche una semplice cena in compagnia) il suo compleanno il giorno in cui è nata e tutti gli anni! Convenzione o meno è una di quelle cose a cui tengo e trovo ... carino se i miei amici, che sanno questa cosa, ne tengano conto a prescindere dal fatto se la condividano o meno. Poi non venitemi a dire che è più importante che gli amici ci siano "nel momento del bisogno" che in cose come queste perchè, per esperienza personale, chi ha altri impegni in una data fissa, che torna ogni anno e nella quale sa che potrebbe esser precettato per passare la serata con me perchè mi rende felice, ha SICURAMENTE un impegno più importante nel momento in cui, magari all'improvviso, io gli chiedo di esserci. Ciò detto, ognuno ha e deve avere la sua opinione a riguardo, però un amico ti asseconda anche su quelle cose che magari non condivide, in fondo anche tu hai delle posizioni che molti tuoi amici non condividono ma per le quali ti assecondano per affetto ^_^

Dama Arwen ha detto...

Strano che proprio tu me lo venga a dire Mari, nel senso, sai bene che è nostra abitudine fare una cenetta in compagnia quando ci sono i vostri compleanni, o cose tipo la serata a sopresa con manichino fatta per la Chiara ecc… e il bello è che non sono "feste".
Non ho parlato di momenti del bisogno, non andiamo OT, plis ;-)

Ecco, sul giorno preciso invece, spiacente ma mi viene l'orticaria. Se non è fattibile non capirò mai cosa cambia farlo in uno dei gg immediatamente dopo, purché si riesca ad avere un momento per stare insieme alle persone care.

Dama Arwen ha detto...

E cmq sto post è nato a causa dell'assembea Y4