22.1.13

COSA MI SONO PERSA IERI A MILANO

Per promuovere la sua linea super veloce, ieri Fastweb, ha trasformato la stazione della linea Verde Moscova, nella stazione metro giapponese di Shibuya (Tokyo).
Con tanto di comparse / attori, che rappresentassero i tipici personaggi che si incontrano là: il buttadentro in guanti bianchi, l'operaio, le studentese, gli impiegati, le ragazze conciatissime del quartiere Harajuku e i loro Gothic Lolita.
Purtroppo non sono riuscita ad andare a vedere questa bellissima operazione di guerrilla marketing (mi consolo pensando che io son stata davvero a Tokyo :-P).
Quindi, le foto che trovate qui sono bellamente rubate da internet!














5 commenti:

Ariano Geta ha detto...

Cosa non si farebbe in nome del marketing... Comunque, sarebbe preferibile che anziché Fastweb fossero le ferrovie (e le metropolitane) italiane a imitare quelle giapponesi superveloci. Ovviamente non accadrà mai :-(

Valeria Boffi ha detto...

Aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaah! Sono in questi momenti che mi fanno provare forte invidia della city.
Uffaaaaaaaaaaaa! :(

Marymiao ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Marymiao ha detto...

Argh io l'ho saputo due giorni dopo... mi son mangiata le zampe!! Che due... uf!
C'è da dire che era assai curata dalle foto che girano, ma - e noi lo sappiamo muahaha - non è che incontri una geisha così facilmente in metro e nemmeno il "buttadentro" noi non l'abbiam mai beccato... sarà stato culo o sfiga? :P
Però che figata :)

Dama Arwen ha detto...

Magari i buttadentro non li abbiam visti perché non abbiamo preso la metro negli orari di punta lavorativi… boh!
Le Geishe no, però un sacco di signore e ragazze in Kimono si incontravano in giro assieme a tutti gli altri vestiti all'occidentale :-)