28.2.13

LA CASSIERA NERD E IL NONNINO CURIOSO


Ieri sera ho fatto un salto all'esselunga, per procacciarmi una cena veloce da portare da Rabé, per il cineforum della settimana. Mi dirigo verso le casse, e vedo "la mia cassiera preferita" che non aveva nemmeno troppa coda.
Piccolo rewind: la scorsa primavera mi son comprata una bellissima maglietta di star wars. Un giorno la sfoggiavo mentre ero a far la spesa: giunto il mio turno di pagare, alla cassa, la cassiera esclama: "Che la Forza sia con te!". Al che dopo aver sfoggiato un sorriso a 32 denti (anche se io ne ho solo 28) ho deciso che lei sarebbe diventata la mia cassiera di fiducia ogni volta che l'avessi trovata di turno al super sarei andata da lei.
Ma torniamo a ieri sera. Ero alla cassa Prescelta e stavo appoggiando le mie cibanze - che comprendevano una bella confezione di sushi - sul tapirulan (mi piace scriverlo così). Davanti a me c'era un vecchino, detto nel modo più affettuoso del termine. Io avevo poca roba: mi guarda, scuote la testa titubante, non sa se farmi passare avanti a no. Lo ringrazio gli dico di non preoccuparsi. Mi sorride, guarda il mio sushi, prende in mano la vaschetta e legge: "SUSHI!… ma è buono?" rivolto a me.
Io: "È buonissimo! Specie con le salsine giuste che ne esaltano il sapore"
Lui: "Io non l'ho mai mangiato. Ho paura di morire!" (era troppo forte!)
Io ho cercato di tranquillizzarlo, e ho cercato di riordinargli le idee riguardo al popolo e alla cucina cinese, spiegandogli che è molto diversa da quella giapponese. Un dalogo leggero e veloce, simpatico.
Non so come gli dissi che ero stata in Giappone… e lì la cassiera ha drizzato le orecchie…
così, chiacchierando, ho approfittato anche per dirle che mi ricordavo di lei e dell'anedotto della T-Shirt di Star Wars :-)
Mentre "passava" la spesa del vecchino, e successivamente la mia, mi ha chiesto del Giappone come era, dove ero stata… mi ha confessato che le piacerebbe molto andarci e che la sua migliore amica ora vive a Kyoto e un altro suo amico è a Fukuoka.

Così mi è venuto in mente che forse poteva interessarle leggere il resoconto del mio blog, e le ho lasciato uno dei miei biglietti da visita che preparai proprio per andare nel paese del sol levante.
Prima di andare via ho letto il suo nome sul cartellino: Rossana.
Rossana sembra essere una persona solare, sempre sorridente e pacata nel lavoro. Se tanto mi dà tanto magari avremmo altre mille pasioni in comune, le stesse che ho io e dei miei amici.
Rossana non è mia coetanea, credo che abbia qualche anno in più (forse quei 5/6 che potrebbero averle permesso di vedere ep IV al cinema).

Chissà se è (già?) passata nel mio blog, chissà se risponderà, chissà se leggerà questo post e il resoconto del Giappone nei post di primavera 2011.

10 commenti:

Aislinn ha detto...

Spero che passi! Bello incontrare persone come lei.

giardigno65 ha detto...

passerà di sicuro !

Robbin ha detto...

Ciao :) La t-shirt è fighissima! Ne comprerei volentieri anche io una così! E situazioni come quella descritta sono davvero...curiose! ^_^

Valeria Boffi ha detto...

^,^ ogni tanto si incontrano persone davvero degne di nota :-)

Locomotiva ha detto...

Il, ammetto, mi domando perché i vecchini han paura di morire.
Che, tanto, se non fai niente per non morire, ma che vivi a fare?

(Oltre all'Erode Fan club di cui sono orgogliosamente membro da anni, sarebbe il caso di fondare anche un erase vecchino's klub, con la K che fa più bimbominkia)

Dama Arwen ha detto...

@ Robin: la maglietta della foto NON è quella che indossavo al super, è un'immagine rubata dalla rete.

@Locomotiva: anche io sono iscritta all'Erode Fan Club! :-P
Il vecchino del super però era dolce e simpatico, non era da "eresare" ^^"

Simone ha detto...

L'età per vedere episodio 4?! A parte che queste disgrazie non si augurano, ma sei così giovane?!?

Ahah aspetta, ma episodio 4 intendi IL PRIMO star wars mi sa, quello vero! Li per li avevo capito il primo dei nuovi. Eheh sono proprio rinco....

Simone

Dama Arwen ha detto...

@Simone: non ce la puoi fare, eh… :-PPPP è il troppo studio!
Ma anche tu fai come Cristina d'Avena che cantava: "Iooooo sono Cristinaaaaa e adesso lo saiiiiii"… ecc e poi "Studio medicina all'università, non mi sveglio la mattina…"
Ok, lo so, ora mi odierai!

Simone ha detto...

Ahaha sì sì il mio mito "arriva Cristina". Solo che lei è una musicista di successo (beh, tipo) e io uno scrittore sfigato. :)

Simone

CyberLuke ha detto...

UHm... a un certo punto del racconto, temevo che avresti afferrato una manciata di sushi e l'avresti ficcata a forza in bocca al vecchino ringhiando: guarda come si muore strozzati dal sushiiiii!!! :D